sabato 27 giugno 2015

It's Human Pride

A tutti, nessuno escluso, urlo oggi con ORGOGLIO: è finito il tempo di etero, gay, transgender e tutto il resto. Adesso è giunto il tempo di capire che siamo una sola grande famiglia, in cui ciascuno è fatto a modo suo, ma tutti siamo finalmente uniti in un solo grande diritto universale: essere se stessi e non aver paura di vivere la propria vita con serenità, senza timore di essere giudicati, condannati o discriminati.

Diverso è chi non capisce questa semplice cosa, talmente naturale e limpida da rendere chiarissima e indifendibile la cattiva fede di chi non vuole ammetterla. Sono loro i diversi, quelli che devono vergognarsi, quelli che rendono peggiore la nostra società. A queste persone, sempre più rare ma spesso determinanti, auguro di svegliarsi una mattina e di COMPRENDERE, una volta per tutte.

Gli auguro, anche per il loro bene, di accettare un mondo a colori, libero veramente, basato sull'Amore, non sulla tolleranza. Un mondo in cui la parola diritto non sia più qualcosa da mendicare, difendere in strada o su cui legiferare, ma una condizione naturale, inalienabile e incontestabile.

Buon PRIDE a tutti, dunque: in tutti i sensi possibili!

#pride #pride2015 #humanpride 

mercoledì 17 giugno 2015

Sul dramma dei migranti

Ignoranza, incoerenza, ipocrisia, egoismo, incapacità di vedere le cose in modo oggettivo e distaccato, carenza di lucidità, di empatia e di umanità, meschinità, egocentrismo, vigliaccheria, apatia. Pusillanimità, vacuità, indolenza cronica...

Sono molte e varie, le piaghe che rendono l'essere umano incapace di elevarsi dalla massa informe e infame di quel popolo bue che si fa tirare per le corna verso il macello senza ribellarsi, senza curarsi della propria sorte e di quella degli altri.

Oggi ci lamentiamo per il dramma dei migranti, che ci danno fastidio, che ci invadono, che pretendono chissà cosa soltanto perché nei secoli abbiamo depredato le loro terre e sfruttato le loro risorse, corrompendo i loro governanti e mutando il corso della loro storia, con il pretesto e la menzogna di portare civiltà e progresso.

Abbiamo seminato vento, ora raccogliamo tempesta. La storia funziona così e non fa sconti a nessuno, tanto meno ad un branco di politicanti senza un passato, messi a "governare" da quelle stesse multinazionali che vivono sulla pelle della gente e che tutto divorano, dandoci in cambio gadget e giochini per allietare il nostro vuoto pneumatico e distrarci dal vedere le cose per quelle che sono.

Dobbiamo farcene una ragione: come in tutti i delitti, anche questo ci sono degli esecutori materiali, i nostri vergognosi governi, e dei mandanti. Quei mandanti siamo noi, in concorso e in complice connivenza con le multinazionali e con i signori dell'economia e della finanza, che speculano sulle nostre debolezze e sulla nostra incapacità di opporci a questo comodo orrore, che a stento tocca le corde delle nostre anime incartapecorite.

Chi la deve risolvere, questa situazione? Tutti noi, nessuno escluso, perché è il nostro stile di vita quotidiano che la genera e la determina, aggravandola ogni giorno di più. La colpa è nostra, nessuno si senta escluso.

#pensierisparsi

mercoledì 3 giugno 2015

Tutta la verità...

La verità è in quello che non capisci, in quello che non sai, nel buio che ti spaventa e nel freddo che ti fa ammalare.

La verità è nella pioggia che ti inzuppa, nel fango che sporca le tue scarpe, nel dolore, nel sudore, nel male che devi combattere, fuori e dentro di te.

La verità non è una carezza o un soffio di vento fresco in una giornata torrida, ma un uragano che spazza via l'apparenza e che scoperchia i tetti delle case, mettendole a nudo e rivelando le loro miserie.

La verità è tutto questo, ma la menzogna è il demone che ci fa star bene fuori mentre ci consuma da dentro, svuotandoci, illudendoci, facendoci grandi delle miserie altrui.

#pensierisparsi

lunedì 1 giugno 2015

Che colore ha, la felicità?

Credo che, fondamentalmente, la felicità sia un processo di conoscenza e di accettazione del proprio io più profondo. Siamo noi, i primi a non conoscerci davvero, a vederci in modo distorto, a fare paragoni con gli altri, a emulare chi ci piacerebbe essere, a venderci per quello che non siamo.

Per piacere agli altri, dimenticando di capire cosa piaccia davvero al nostro io inconscio, alla nostra natura, alla nostra anima.

E' da qui che nascono infelicità, frustrazione, depressione e ogni sorta di malessere spirituale e fisico. Siamo tutti diversi.

Viviamo tutti di cibo, di acqua, di amore e di poco altro, ma ognuno di noi ne ha bisogno in dosi e modalità di fruizione differenti, di tempi, di luoghi e di cose diverse, per essere felice davvero.

Ecco la sfida, dunque: capire chi si è e di cosa si ha bisogno davvero e assecondare la propria natura, sempre e senza cercare di cambiarla per essere qualcosa di diverso, per essere un'altra persona, per essere meglio di quel piccolo concentrato di perfezione che ciascuno di noi è, qualunque cosa egli sia.

#pensierisparsi

Cambiare o innovare?

Nuovo non è necessariamente l'esatto contrario di vecchio, così come giovane non significa per forza migliore, più forte, più adatto a capire i tempi e ad interpretarne le necessità e le prospettive.

 Nuovo contro vecchio è il nuovo sinistra contro destra, mi pare. Ecco in cosa stiamo sbagliando ed ecco cosa ci stanno ancora facendo trascurare: la consapevolezza che ci sia da cambiare il sistema e il modello, non le persone che lo mandano avanti, millantando utopistiche riforme e improbabili rivoluzioni.

La palla è a noi, come lo è sempre stata... più volte abbiamo scelto di sbagliare, accettando scelte evidentemente sbagliate fatte da "grandi uomini" che si sono assunti anche le nostre responsabilità. E' questo che non deve accadere più!

#pensierisparsi

Non c'è limite al peggio, ma...

Non c'è limite al peggio, ma il meglio è una grande conquista quotidiana, che giustifica e redime ogni scivolone e ogni caduta. Un unico neo: è difficile da individuare, molto più che da perseguire e troppo spesso assomiglia così tanto al peggio che ci passa la voglia di andarcelo a prendere.

#pensierisparsi

Invecchiare...

La verità è che non invecchiamo mai, davvero.

E' il nostro corpo che invecchia, condizionando anche il nostro spirito, dandoci la sgradevole consapevolezza del peso di ciascuno dei nostri anni, ma l'anima non invecchia mai...

 #pensierisparsi