Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Sul M5S e su altre utopie

Combattere la politica entrando in politica è come combattere il diabete a colpi di zollette di zucchero. 
Chi vi ha convinti che si dovesse entrare nei palazzi, per cambiare le cose ha mentito sapendo di mentire. 
O, ancora peggio, ha pensato che prima o poi avreste potuto avere una maggioranza assoluta, paradittatoriale, tale da poter davvero interrompere il filo rosso che lega la politica alla finanza internazionale. 
Utopia allo stato puro.
La politica è solo un filtro, state combattendo il nemico sbagliato, se volete davvero cambiare l'Italia e il mondo. La palla in mano ce l'hanno le persone, purtroppo, e le persone continuano a insaccarla regolarmente nella porta sbagliata.
Perché ci dominano con i soldi e con i soldi ci dobbiamo ribellare, se vogliamo cambiare davvero. Anche questa è un'utopia, lo so bene, ma è l'unica strada che potremmo sperare di imboccare, se vogliamo ottenere qualche risultato.
Bisogna affamare la bestia. Non mi riferisco (solo) allo stato, ma…

Sulla ricchezza e sulla fama

In una società giusta, nessuno dovrebbe essere ricco e famoso; e men che meno famoso perché ricco. Le due cose non dovrebbero mai essere presenti nella stessa persona, lo si dovrebbe stabilire per legge.
Perché l'invenzione dei soldi ha alterato del tutto gli equilibri naturali; la lotta per la sopravvivenza si è trasformata in lotta per il denaro e per il potere che ne deriva. Già, perché chi è ricco e famoso, è anche potente. E anche questo, dovrebbe essere proibito per legge. Perché questo mix letale genera privilegi, ingiustizia, soprusi, prevaricazione e impunità.
In natura, chi ha troppo e soffoca gli altri, viene immediatamente eliminato. Non che questo sia giusto, ovviamente, almeno non nell'accezione morale che noi attribuiamo alla giustizia, ma i soldi hanno snaturato completamente gli esseri umani e la società. 
Nella nostra società, chi è ricco e famoso (e potente) difficilmente viene "limitato", perché con i suoi soldi può comprare e corrompere tutto e t…

Di poco si vive

Chi ha molto non ne avrà mai abbastanza e non sarà mai davvero soddisfatto e felice.
Chi ha poco, invece, spesso riesce a capire cosa gli serva davvero per campare e quasi sempre vive felice. Perché sei più libero quando hai poco da perdere e quando quel poco non deriva da compromessi e giochi di potere.
#pensierisparsi 

Dimmelo così

Dimmelo così, nel silenzio di una notte qualunque.
Dimmelo senza parole, senza luce per uno sguardo
senza nessuna premeditazione e senza alcuna sorpresa.

Lo stupore, quello si,
che pure quel che si sa riesce a stupire,
nel buio silenzioso della notte.

Dimmelo così, dimmelo adesso
che sono lontano, ora che dormi già
e che non pensi a me, abbracciata al cuscino.

Dimmelo anche per questo,
che è troppo facile dire ti amo
mentre ci si bacia
mentre si sta vicini
uno nell'altra.


Dedicato a mia moglie Clara (la #fatacucciola)
B&B Villa Gloria, Cinisello Balsamo, 15/01/2014