In evidenza

Quanto guadagni facendo quel che fai?

Guadagni da quello che fai o da quello che sei? La crisi, credo, è tutta e soltanto qui; stiamo passando da un mondo che pagava le nostre...

lunedì 25 maggio 2015

Roma ha vinto?

Non scrivo mai di sport, ma stasera è una serata particolare. La Roma ha vinto il derby con la Lazio, cosa che da tiepido tifoso (qualcuno direbbe moderato, ma se lo scordi il mio voto) ovviamente mi fa piacere.

Non altrettanto la solita storia di zuffe e di coltelli, che ormai da anni accompagna il calcio e lo avvelena, rendendolo una rappresentazione triste, di cui una società civile e moderna non dovrebbe assolutamente vantarsi.

Da romano come sono e sarò sempre, nonostante lavori e viva fuori da tempo, non ho molto da gioire in una serata come questa in cui, qualunque fosse stato il risultato, i tifosi delle due squadre della capitale avrebbero dovuto fare una cosa sola: rispettarsi.
Seconda e terza in campionato, cosa rarissima da vedere, al di sotto della linea del Po, dopo una stagione in cui entrambe si sono fatte valere, quanto meglio sarebbe stato affrontarsi lealmente, in campo e fuori?

Rispetto, ecco quello che manca, non soltanto nel calcio, ovviamente. L'Italia è questa, una nazione in cui il senso di appartenenza ad una parte riesce sempre a rovinare qualunque festa, ad annebbiare le menti e a far perdere la testa, la dignità e la misura.

Roma ha vinto, quest'anno sul campo, con due grandi squadre che si sentiranno sempre troppo piccole, per rispettarsi e per sentirsi orgogliose del calcio della propria città, oltre che della propria parte.

Da romanista tiepido ma sincero, dunque, non posso evitare di farlo, nel mio piccolo, questo importante passo di civiltà: complimenti alla Lazio, per un campionato eccezionale e per la finale di coppa.

Complimenti anche per questo derby, perso con onore e per tutti gli altri che faranno ancora grande una piazza che di serate come questa non ne ha viste molte, in tutta la sua storia calcistica.
È così difficile viverlo bene, lo sport? Certo, da fuori Roma è facile, si potrebbe obiettare. Può darsi, ma se ci tenete davvero, a quella città, iniziate a farla grande, dando peso ai valori autentici dello sport, della lealtà e del rispetto reciproco.

C'è molto di più del calcio e il calcio stesso è molto più della pantomima meschina che troppi sedicenti tifosi lo rendono. Datemi retta, guardate la classifica di questo campionato dall'alto e siate fieri di vedere le due squadre cittadine così in alto. Farete del bene a Roma, allo sport e a voi stessi.
Forza Roma, ragazzi. Tutta!