In evidenza

Quanto guadagni facendo quel che fai?

Guadagni da quello che fai o da quello che sei? La crisi, credo, è tutta e soltanto qui; stiamo passando da un mondo che pagava le nostre...

mercoledì 5 novembre 2014

Io adotto a distanza

C'è una bella campagna, che sta girando in rete in questi giorni. Attraverso un video, l'associazione Coopi (Cooperazione Internazionale) ha lanciato la sua nuova campagna di acquisizione sul sostegno a distanza #ioadottoadistanza.

Il video mostra con ironia episodi di vita quotidiana della società occidentale, mettendo in risalto la superficialità e la pochezza dei nostri piccoli drammi quotidiani, in contrapposizione alla felicità che può scaturire da un semplice gesto, che ridona dignità ai bambini e ad intere popolazioni.

Con il sostegno a distanza si può garantire a un bambino cibo, cure mediche, istruzione e protezione. Si può fare in modo che egli cresca nel suo Paese, circondato dall'affetto della sua famiglia e della comunità in cui vive. Adottare a distanza significa proteggere un bambino dalla violenza e dallo sfruttamento, dandogli l’opportunità di vivere un futuro diverso.

Ovviamente anch'io mi sono lasciato contagiare, diventando un "ambasciatore di felicità" Coopi. Ora avrò un bellissimo impegno da portare avanti, con una bimba di 13 anni della Repubblica Centrafricana. Un'esperienza che fa bene al cuore e che rende davvero orgogliosi e felici.

Ecco il bel video, realizzato da Combocut Video Agency per Coopi. Guardatelo, riflettete e condividetelo con amici e contatti.


INFO: www.ioadottoadistanza.org