In evidenza

Quanto guadagni facendo quel che fai?

Guadagni da quello che fai o da quello che sei? La crisi, credo, è tutta e soltanto qui; stiamo passando da un mondo che pagava le nostre...

venerdì 29 novembre 2013

Il giro del fumo...

Quando capisci il giro del fumo sei già intossicato e prossimo alla morte...
#porcialleperle #pensierisparsi

mercoledì 13 novembre 2013

Sul tempo che passa

Ci sono persone che, come me, rimangono bambini anche da grandi. Altri, invece, sono adulti già da bambini, ma grandi non ci diventeranno mai.

Il tempo è un inganno e l'età una farsa. La gente si nasconde dentro al suo involucro di carne per non dover fare i conti con la propria essenza più profonda. Ecco perché recitano il gioco degli anni e dell'età, per avere sempre una scusa e per godere di qualche vantaggio.

La sfida, però, è rimanere se stessi fino alla fine, migliorando giorno per giorno mentre fuori tutto peggiora, a partire dal nostro corpo, che prima o poi morirà.

È questo che cercano di spiegare tutte le religioni; noi siamo qui per crescere, per mettere a frutto i nostri talenti senza diventarne schiavi e senza che i frutti diventino più importanti della pianta che li ha generati.

Siamo parti di un tutto, di una sola e potentissima energia che ha dovuto frammentarsi, per non collassare. Le sue parti sono isolate da corpi e forme di varia natura e il nostro compito è quello di tenerle unite, benché separate e diverse, all'apparenza.

Ma se fuori un albero è diverso da un uomo, o da un cane, o da un pesce o una roccia, dentro l'energia è la stessa e a  noi esseri umani è stato dato ordine di conservarla, e di tenerla assieme. Per fare questo occorre restare bambini, dentro e non dimenticare l'essenza e il sapore di quella energia.

Che invece stiamo disgregando, dissipando, stravolgendo. Ecco il nostro peccato originale... il voler crescere più del dovuto, il confondere dei miseri cambiamenti con una crescita organica, spirituale, mistica, in armonia con la natura e con quella sola ed unica energia cosmica.

Dobbiamo tornare bambini e imparare ad amare, prima che sia troppo tardi.

domenica 10 novembre 2013

Bella, donna

Bella da non poter fare a meno di guardarti.
Bella che guardarti fa male.
Bella di cose buone e semplici.
Bella, senza finzione, senza volgarità né superbia.
Bella dentro, bella negli occhi e nel cuore.
Bella, senza consapevolezza né malizia.
Bella che guardarti fa bene, che guardarti fa male...
Bella, vera, genuina e verace, che guardarti non basta.
Bella perché unica,  bella perché autentica.
Bella, donna, stella che illumina il mondo e gli dona vita.
Bella.

giovedì 7 novembre 2013

Dead or alive

La morte non è la nemica giurata della vita, ma sono sicuro che quelle due si stiano un po' sulle balle...

Nella testa degli altri

È difficilissimo stare nella testa degli altri, soprattutto se non sei un cattivo pensiero.

If you love somebody...

Se ami davvero una persona, devi lasciarla libera di sbagliare, accettare la sofferenza che te ne deriva e tenere aperto il cuore per quando potrà servire a starle vicino e ad aiutarla, semmai te lo chiederà. 

È questo l'Amore, la totale accettazione dell'altro per quello che è, la disponibilità ad esserci quando ne avrà bisogno e la pazienza di aspettare un momento che potrebbe anche non arrivare mai. Il resto è solo egoismo.

Sul rispetto

Il rispetto si vede nelle piccole cose di ogni giorno. È in quelle grandi che non se ne trova traccia.